Truffa o broker affidabile? Opinioni sul trading con TouchTrades

Il trading online vive fasi alterne, ma specialmente nei momenti di grande popolarità da parte dei traders, c’è una forte risposta in termini di offerta e come prima conseguenza vediamo che le società che offrono la possibilità di fare trading aumentano in modo esponenziale. Proprio nell’ottica suddetta nel 2016 è comparsa una società denominata Touchtrades, che ha sollevato opinioni molto differenti tra gli utenti che hanno accettato di sperimentare ciò che ha da offrire.

Nelle varie recensioni viene invece giustamente sottolineato un aspetto: a dispetto di quanto riportato nella home page, dove c’è ben visibile la dicitura di piattaforma regolamentata, non si tratta di un broker autorizzato dalle autorità inglesi (Fca). Nonostante si rimandi a una società con sede a Londra (la Spring Empire Solutions Ltd, che sembrerebbe essere la società che la gestisce), il broker è infatti gestito da una società dominicana, quindi appartenente a uno dei paradisi fiscali, dove i controlli delle autorità locali sono praticamente nulle o quasi.

Broker regolamentato?

Nella pagina delle licenze troviamo solo un documento che rimanda all’autorizzazione da parte di Cipro Nord, quindi senza alcuna licenza Cysec, e con riferimento ad un altro nome, ovvero la
Arboretix Trading Ltd. Ovviamente non c’è un rafforzamento di un’eventuale autorizzazione Consob per quanto riguarda l’Italia. Questa poca chiarezza fa sostenere ad alcuni che sia meglio evitare di fare trading con questo broker, alludendo alla possibilità che si tratti di una truffa. Sicuramente la mancanza di chiarezza e di un sistema di autorizzazioni “forte”, come accade invece con altri brokers, deve far pensare alla possibilità di affidare effettivamente i propri soldi a questa piattaforma.

Approfondimento: Broker autorizzati Consob.

Conti reali e conto demo

Touchtrades ha tre conti di tipo “reale” e una versione di conto demo. Per i tre account si hanno come condizioni:

  • Conto Micro: si parte da un deposito minimo di 250 dollari e uno massimo di 2499 dollari. Manca la possibilità di utilizzare come piattaforma la MT4 (disponibile per gli altri due tipi di account);
  • Conto standard: il deposito minimo sale a 2500 dollari e si arriva fino a 9999 dollari;
  • Account Vip: si parte da 10 mila dollari. La maggioranza delle condizioni diventano personalizzate (a partire dalla leva che altrimenti è fissa).

E’ possibile aprire la versione di conto demo, eseguendo comunque la fase di registrazione. Da notare che il conto può essere aperto in 4 valute: oltre al dollaro Usa, troviamo la sterlina inglese, l’euro e lo yen giapponese.

Approfondimenti: Simulazione trading online.

Leva e spread

La leva è fissa e arriva a 1:400. Tuttavia nel caso dell’account Vip si può chiedere la personalizzazione del valore della leva. Lo spread è fisso di base, ma per l’account standard e quello Vip è prevista la possibilità di scelta tra spread fisso o la commissione variabile, per andare incontro a chi fa molto volume di trading.

Piattaforme e strumenti di gestione

Come piattaforme per tutti i profili abbiamo la Sirix e la Webtrader, oltre alla versione mobile per poter fare trading da iPhone o smartphone Android. Se si sale al conto Standard si può accedere anche alla Mt4. Anche se come pubblicità Touch Trades rende noto che è possibile sfruttare i bot per fare trading automatico, di fatto bisogna salire quindi almeno a questo livello di account per poterne sfruttare le potenzialità e il funzionamento.

Si tratta di una modalità di investimento che viene tra l’altro scoraggiata dai consulenti della piattaforma, che preferisce assegnare un consulente che segue i traders (di livello medio e superiore) per aiutare a scegliere i momenti di entrata ed uscita dal mercato stesso. A livello informativo si ha accesso al calendario economico, e per gli account di livello superiore anche ai segnali ed alle analisi di mercato, indicazione del trade al miglior prezzo, ecc.

Per approfittare del più completo supporto grafico, degli indici di analisi tecnica e fondamentale, bisogna necessariamente utilizzare gli account migliori ed arrivare all’impiego della Mt4 (disponibile per ogni tipo di strumento finanziario che la Touchtrades mette a disposizione dei propri traders).

Assets e modalità di prelievo e deposito

La scelta degli assets su cui investire, almeno dal punto di vista della varietà, non è particolarmente ampia. Infatti in tutto abbiamo solamente 48 assets, distribuiti tra azioni, indici, coppie di valute e materie prime. Queste sono organizzate in:

Azioni
Valute Forex
Materie prime
Indici

  • Alibaba Group
  • Amazon
  • Coca Cola
  • Facebook
  • Google
  • GoPro
  • MasterCard
  • Microsoft
  • Morgan Stanley
  • Volkswagen

  • EUR/AUD
  • EUR/CAD
  • EUR/CHF
  • EUR/NZD
  • EUR/ZAR
  • EUR/GBP
  • EUR/JPY
  • EUR/USD
  • USD/ZAR
  • USD/JPY
  • USD/GBP
  • USD/CAD
  • USD/CHF
  • GBP/JPY
  • GBP/AUD
  • GBP/CAD
  • GBP/CHF
  • GBP/NZD
  • AUD/USD
  • AUD/CAD
  • AUD/CHF
  • AUD/JPY
  • AUD/NZD
  • CAD/CHF
  • CHF/JPY
  • NZD/CAD
  • NZD/CHF
  • NZD/JPY
  • NZD/USD

  • Oro
  • Greggio
  • Argento

  • CAC 40
  • DAX
  • Dow jones
  • FTSE 100 futures
  • IBEX
  • NASDAQ 100 future
  • S&P 500 mini

Per poter prelevare si deve scegliere almeno una somma pari a 100 dollari, mentre il deposito minimo accettato è di 250 dollari. I tempi per i prelievi e i depositi è stimato da 3 fino a 5 giorni. I sistemi di pagamento sono: carte di credito Visa o Mastercard, il bonifico bancario ed alcuni conti elettronici. Anche qui però questo broker non brilla per chiarezza e trasparenza.

Contatti per assistenza

I canali, al di là di quanto pubblicizzato (dove si accenna anche alla live chat) sono fondamentalmente tre: numero di telefono : +44 20 3808 9694, la E-mail support@touchtrades.com oppure il form presente sul sito. Da notare che non è assolutamente contemplata una sezione dedicata alla formazione, il che costituisce una scelta che non può ottenere delle opinioni positive.

Conclusioni

L’accesa competizione tra i vari intermediari, rinvigorita dall’arrivo di nuovi broker, va vista come un aspetto positivo in generale. Tuttavia nel caso di broker come Touchtrades, dove il caos e la poca chiarezza sono e rimangono l’aspetto predominante, il rischio di ritrovarsi con un conto chiuso, e difficoltà nella risoluzione di difficoltà anche semplici (come ad esempio la possibilità di portare a termine un prelievo) sono molto più elevati dei possibili benefici (legati magari anche ad un’esperienza di trading piacevole) che si possono ottenere.